ODONTOIATRIA CONSERVATIVA
 

Con la definizione di odontoiatria conservativa si fa riferimento alla branca dell’odontoiatria che si occupa della cura e ricostruzione degli elementi dentali danneggiati dalla carie o da un trauma. Anche detta “odontoiatria restaurativa”, la conservativa generalmente adotta un approccio mini invasivo, ovvero tende a rispettare il più possibile le strutture dentali residue.



Gli interventi dell’odontoiatria conservativa

I principali trattamenti di odontoiatria conservativa sono otturazioni, intarsi e ricostruzioni.



Laser ad erbio

La lunghezza d’onda del laser ad erbio PLUSER coincide con il massimo assorbimento dell’acqua ed è altamente assimilata dall’idrossiapatite, agendo dunque sui tessuti duri con un effetto ablativo molto efficace.
La rimozione cariosa è particolarmente selettiva in quanto lo smalto e la dentina hanno un più alto contenuto di acqua e quindi più demineralizzati.
Inoltre, la luce laser si rivela strumento di grande utilità per una larga varietà di applicazioni su tessuti duri, come la mordenzatura dello smalto e la sigillatura dei solchi.

John



Carie dentale e laser sono l’accoppiata vincente nel bambino, perché?
Quali sono i vantaggi per il paziente che cura la carie con il laser?

Eliminazione delle vibrazioni


L’azione della luce Laser non produce alcuna vibrazione, elemento che rende il trattamento molto più piacevole;



Eliminazione di microfratture

L’assenza di queste vibrazioni, non solo rende più gradevole il trattamento, ma elimina problematiche connesse alle microfratture prodotte sui tessuti dentali dall’azione dinamica del trapano.

Terapie più conservative

La possibilità di eliminare il campo d’azione della luce Laser a zone piccolissime rende possibile intervenire solamente sul tessuto cariato senza interessare i tessuti dentali sani. Si può curare le carie iniziali senza attendere un loro sviluppo e senza compromettere la parte del dente ancora integra.

Sterilizzazioni della zona trattata

Si ha la completa decontaminazione della zona trattata riducendo così la possibilità di recidiva della carie.

Migliore adesione dei materiali da otturazione

La preparazione ottenuta con la luce laser garantisce una maggiore qualità delle prestazioni aumentando l’adesione dei materiali da otturazione.

Eliminazione dell’anestesia

Dalla pratica clinica risulta che la maggior parte dei trattamenti possono essere effettuati senza anestesia, poiché il trattamento laser è indolore. Per questo, ricorrere alla procedura laser si è rivelato molto utile nel trattamento dei bambini!

Sigillature dentali denti da latte

Tra i principali interventi di pedodonzia e prevenzione rientra quello delle sigillature dentali.
Tali sigillature vengono effettuate sui denti molari e premolari, che insorgono nei bambini all’età di sei anni circa, per prevenire la carie.
Molari e premolari, infatti, sono denti caratterizzati da profondi solchi al cui interno può infiltrarsi la placca batterica. Conseguentemente carie e rimangono più difficili da pulire per i bambini a causa della loro posizione.

Come viene effettuata la sigillatura?

La sigillatura viene effettuata con una resina fluida che, inserita all’interno dei solchi occlusali e poi indurita attraverso lampade alogene, impedisce così alla placca batterica di insediarsi e causare il formarsi delle carie.

Fluoroprofilassi

Prevede l’applicazione professionale di fluoro sui denti che, andando a rafforzare lo smalto e rendendolo più resistente alle sostanze che possono intaccarlo, permette di prevenire la formazione della carie.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ritiene efficace e necessario eseguire trattamenti come la fluoroprofilassi nella prevenzione della carie, soprattutto nei bambini, oltre ovviamente a una giusta igiene dentale sin dall’infanzia.
La somministrazione topica del fluoro può essere professionale o domiciliare.

  • La somministrazione topica professionale è effettuata dal dentista mediante l’utilizzo di appositi applicatori contenenti gel a base di fluoro.
  • La somministrazione topica domiciliare si effettua a casa mediante l’impiego di dentifrici e collutori a base di fluoruro di sodio con indicazione di diverse percentuali in base all’età.


Il compito di un dentista non è solo quello di curare, ma aver cura dei denti dei suoi pazienti. Questo può essere possibile solo con la collaborazione di questi ultimi, che devono farsi visitare periodicamente e non quando il problema si è già manifestato.

Palato stretto nei bambini

La conformazione del palato stretto nei bambini è una delle situazioni che si presenta più spesso e richiede un intervento per permettere la giusta permuta dei denti con la caduta dei denti da latte in favore dei denti definitivi.
Un palato stretto non curato potrebbe causare infatti la mancata discesa di alcuni denti che potrebbero rimanere in inclusione ossea. Tra questi, i canini sono quelli che più spesso ne rimangono coinvolti. Un intervento preventivo è l’unica soluzione per scongiurarlo.
Come si può correggere un palato stretto?
Fortunatamente ci sono ad oggi diversi dispositivi fissi o mobili che permettono di intervenire anche in tempi rapidi e correggere le situazioni che appaiono fin da subito più complesse.
Come ci si può accorgere che si è in presenza di un palato stretto?
Sicuramente un indice importante è la difficoltà a respirare: è sufficiente notare se il bambino respira spesso con la bocca anziché con il naso o se di notte tende spesso a russare.



Contattaci

CANALI DIGITALI: Basta un click per contattarci
Clicca sull'icona e si aprira' la chat corrispondente (consentite anche chiamate vocali)

EMAIL: Compila il form per essere ricontattato



INFO UTILI:

  • Indirizzo

    Via Dardanelli 46 - Roma, RM 00136 - Italia
  • Phone

    3271351056
  • Email

    info@studiodentisticodigitale.it